ozio_gallery_jgallery

Progetto Prisma

Il progetto “prima autonomia” è rivolto a ragazzi/e con disabilità di età compresa tra i 14 e i 16/17 anni e ha come obiettivo generale quello di favorire un incremento graduale del livello di autonomia personale, sociale, relazionale,

 

Il progetto ABC (Autonomia, Buona educazione, Carattere) è rivolto a ragazzi/e con disabilità in età adolescenziale e giovane adulta (16-35 anni) e ha come finalità generali quelle di favorire l’incremento graduale di livelli di autonomia personale, sociale, relazionale, valorizzare e promuovere l’identità e favorire l’integrazione sociale.

Il seguente progetto è rivolto nello specifico a bambini e ragazzi con difficoltà relazionali, sensoriali, con bisogni speciali o con disabilità; presenta come finalità principale proporre alla persona un diverso contesto di comunicazione, attraverso il linguaggio musicale nelle sue varie sfaccettature.

Tale proposta è pensata per offrire uno spazio di ascolto reciproco e di condivisione, dove il contenitore e il mediatore per eccellenza diventa la musica. Si crea insieme e si cresce insieme, attraverso gli altri ognuno si differenzia e si identifica. 

 

Il Progetto PRISMA offre la possibilità ai ragazzi con disabilità intellettiva, sotto la guida di alcune figure professionali qualificate, un irrinunciabile momento di condivisione, di socializzazione e formazione utili per il superamento di alcune difficoltà, accrescendo la fiducia in se stessi.

Come il prisma viene usato per dividere la luce nelle sue componenti monocromatiche, così i ragazzi, potranno far emergere il "proprio arcobaleno".

Aiutati dal gruppo di coetanei in difficoltà, dalla presenza di giovani volontari e grazie all'équipe di professionisti, il ragazzo disabile sarà guidato verso un percorso di formazione personale, di autonomie, responsabilità, capacità di decidere, di saper scegliere, di affrontare i compiti della quotidianità, di affermarsi ma anche di accettare richieste e divieti, osservazioni e richiami.

L'intero Progetto propone tre micro Progetti, ognuno dei quali con degli obiettivi specifici adeguati agli utenti:

“La danza non è tecnica, né un modo di fare le cose,
bensì un mezzo d’espressione
che arriva più vicino di qualsiasi altro
al linguaggio intimo dell’uomo”

G. Borodin